Il quotidiano della follia e le sue varie rappresentazioni in Africa

Qual è il quotidiano della follia in Africa? Quali sono i suoi effetti sulle società africane? Quali sono le politiche pubbliche in atto? E soprattutto, sono tali politiche adeguate alle esigenze sanitarie del continente?

L’Ordinaire de la folie, l’ultimo numero della rivista Politique Africaine, tenta di rispondere a tutti questi interrogativi mediante un’indagine sulle diverse rappresentazioni dei disturbi mentali in Africa e la loro evoluzione dall’epoca coloniale ad oggi.

Mediamente, meno dell’1% dei bilanci sanitari dei Paesi africani è dedicato alla lotta contro le malattie mentali e, secondo l’OMS, meno del 20% della popolazione africana ha accesso ad appropriate cure psichiatriche.

Il dossier descrive la vita quotidiana di una persona che soffre di disturbi mentali in un ambiente in cui la follia è ancora vista come una maledizione o una possessione demoniaca. Si sofferma, inoltre, sull’emarginazione delle persone affette da disturbi mentali, sulla mancanza di strutture per l’assistenza psicologica e sulla tendenza a ricorrere a cure tradizionali.

Il dossier è disponibile in francese qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.