Porto Alegre, ostacolare integrazione migranti incide sull’autostima

Anna Marchetto e Roberta Lorenzetto della Cooperativa Sociale Porto Alegre di Rovigo spiegano a One Global Voice il loro lavoro nei progetti CAS, SAI e Fami e ci raccontano l’approccio seguito con immigrati, rifugiati e richiedenti asilo che manifestano disagi mentali, sociali e comportamentali.

Come viene gestito il post trauma del viaggio, il ruolo dell’intera équipe nel superamento delle difficoltà, in che modo le dipendenze possono incidere sulla buona riuscita del processo di accoglienza e integrazione. E ancora, l’accettazione da parte della comunità, altro elemento fondamentale nel processo di inclusione in un nuovo Paese.  Si tratta di alcuni dei temi toccati nell’intervista, da cui emerge come oggi sia sempre più importante avere un approccio interculturale per lavorare nel settore dell’accoglienza.

E sono molte le attività di interazione con il territorio, che vengono utilizzate come ponte per la costruzione di legami tra migranti e locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.